Dieci cinesi denunciati e 700 mila articoli falsi sequestrati

Nel quartiere Prenestino smantellati sette depositi di merce illegale

Nel corso dell’operazione «Tabula Rasa», ieri mattina, quaranta militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato 700 mila articoli contraffatti del valore di 2 milioni di euro, nel quartiere Prenestino.Denunciati dieci imprenditori cinesi dediti al traffico di oggetti illegali, privi di etichettatura che avrebbero rifornito centinaia di negozi al dettaglio, impedendo agli organi di controllo di risalire alla filiera imprenditoriale. Tra la merce sequestrata giocattoli senza certificazione europea, abbigliamento con falsi loghi di note case di moda e apparecchi elettronici carenti sul sistema di alimentazione. Le Fiamme Gialle hanno perquisito ben sette depositi, delle dimensioni di circa 1000 metri quadri ciascuno, che erano stati allestiti allo scopo di occultare, in scatoloni anonimi la merce contraffatta. I depositi, che dall’esterno apparivano come anonimi prefabbricati o semplici discount, si sono rivelati delle vere e proprie roccaforti per il commercio di prodotti contraffatti nella capitale.