Per dieci giorni Roma capitale delle piroette

Oggi in Campidoglio Petrucci e Veltroni presenteranno il Mondiale di pattinaggio artistico: dal 17 al 27 novembre le sfide tra i più grandi saranno al Palalottomatica

Massimiliano Morelli

Il primo appuntamento con il 50esimo campionato mondiale di pattinaggio artistico è fissato per le 12 di oggi nella Sala delle Bandiere, in Campidoglio. Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, quello della federpattinaggio, Sabatino Aracu, il sindaco Walter Veltroni e Gianni Rivera, responsabile dell’ufficio sport del Comune di Roma, taglieranno il nastro della manifestazione con la conferenza stampa di presentazione della rassegna intercontinentale.
Presenti Milly Carlucci, madrina dell’evento, e gli iridati in carica Tanja Romano e Luca D’Alisera, verranno tracciate le linee guida di una manifestazione importante al punto di riuscire a estromettere dal PalaEur persino il match mondiale del pugile romano Vincenzo Cantatore. La corona dei massimi leggeri Wbo, infatti, verrà assegnata al Palazzetto di piazza Apollodoro, visto e considerato che la Fihp aveva prenotato il complesso sportivo di via Cristoforo Colombo già da un anno e mezzo. Chiara e lampante dimostrazione di uno sport in continua ascesa, che moltiplica i tesserati e che ritaglia spazi importanti anche nella Città eterna, laddove le alternative sportive non mancano, pur escludendo il sempiterno calcio.
Dieci giorni di pattini e piroette, a partire dalle sette del mattino di giovedì 17 novembre, con le prime eliminatorie, fino ad arrivare alla cerimonia di chiusura di domenica 27, cui seguiranno una cena di gala e una «Roma by night senior», festa agognata dopo la tensione emotiva della decade di allenamenti, sudore, sacrifici e gare. Prezzi per tutte le tasche per i biglietti, acquistabili solo al botteghino, con tre diversificazioni temporali (giornaliero, pomeridiano e serale), e altrettante a seconda dell’anello che si andrà a occupare (primo, secondo e terzo). Si va dai 10 euro per un secondo anello serale ai 33 del primo anello giornaliero.
Il calendario prevede gli juniores in pista dal 17 al 20, il 17 e il 18 gli «in line», dal 21 al 27 saranno in scena i seniores, mentre le ultime 48 ore della rassegna saranno dedicate al «precision show». Oltre ai già citati Romano e D’Alisera, impegnati nel singolo, riflettori puntati sulla coppia juniores viterbese formata da Livia Soffi e Marco Brogi, all’appuntamento con la gara più importante della loro carriera. A Roma avranno l’opportunità di trasformare i loro tre titoli continentali in alloro mondiale. Non male per i rappresentanti di una società rionale, ma in ogni caso fra le migliori in Italia, la Libertas Pilastro 92.