Dieci vigili feriti da orda di teppisti

da Milano
Una decina di vigili urbani feriti, due giovani in carcere, un minorenne denunciato e un quarto personaggio identificato ma sfuggito per un soffio alla cattura. È il bilancio dell’aggressione a una pattuglia della polizia locale, da parte di una quarantina di teppisti.
L’aggressione inizia verso le 14.30 in piazzale Ferrara, periferia sud-est della città, dove un equipaggio sta facendo viabilità per consentire ai mezzi della nettezza urbana di ripulire le strade al termine del mercato rionale. Una decina di giovani inizia un lancio di pomodori, uova e quanto altro lasciato dagli ambulanti. La pattuglia avverte il comando e poi si ritira. Ma qualche minuto dopo la zona è circondata da sei auto e una decina di motociclisti. I ghisa individuano in un bar alcuni aggressori a vanno a identificarli, e proprio in quel momento saltano fuori altri 30 o 40 giovani che aggrediscono gli agenti. Ne viene fuori una zuffa colossale: i vigili respingono gli aggressori e riescono a trattenere tre di loro di 17, 20 e 30 anni. I maggiorenni, pregiudicati, finiscono in carcere, un quarto giovane viene identificato per essersi fatto medicare in ospedale. Tra i vigili solo uno è piuttosto acciaccato e viene trattenuto in ospedale, anche se gli esami hanno escluso lesioni interne. Il sequestro di un paio di scooter, avvenuto la settima scorsa, sarebbe l’elemento che ha fatto scatenare la selvaggia aggressione.