Dietro le quinte della musica il concerto di Umberto Tozzi

Nell'era della musica digitale sarà un pò come riaccendere il vecchio jubox. Questa sarà probabilmente la prima emozione regalata dal concerto di Umberto Tozzi questa sera al Teatro Politeama.
Il cantante torinese, re del pop melodico italiano, autore di straordinarie canzoni entrate di diritto nell'immaginario collettivo, si confessa nel suo «Non solo Live Tour 2009» ripercorrendo oltre trent'anni di successi.
Questo nuovo tour arriva nelle maggiori città italiane in seguito all'uscita del nuovo disco di Umberto Tozzi «Non solo live», un doppio album, prodotto dal figlio Gianluca, che raccoglie le grandi hit dal vivo, cinque inediti e due cover. Nel primo CD sono registrati gli inediti di Umberto Tozzi, sette brani anticipati dal singolo «Anche se tu non vuoi» tra i quali c'è la cover della canzone di Billy Joel «Lullabye Goodnight My Angel» . Il secondo CD è una raccolta live delle canzoni più famose di Tozzi come «Ti Amo», «Gli innamorati» e «Gli altri siamo noi». In origine l'album era stato progettato per essere un disco di inediti ma poi durante le varie tappe dei suoi concerti, Umberto ha registrato alcune tracce e ha deciso che voleva riproporle in un disco. È dai tempi dell'album «Royal Albert Hall» registrato nell'omonimo teatro di Londra e ancora considerato una vera «perla live», che Tozzi non pubblicava un progetto dal vivo.
In contemporanea è uscito anche il libro «Non solo io», scritto di pugno da Umberto che racconta aneddoti e retroscena del mondo musicale da lui vissuti in oltre trent'anni anni di carriera. Il libro è nato dalla voglia del cantautore di appuntate i ricordi della sua vita su un block notes. In seguito Tozzi si è sono reso conto che aveva trascritto molti episodi ironici ma anche polemici e di denuncia che voleva raccontare. Ma il libro rappresenta anche un regalo alle persone che conoscono la sua musica ma non l'uomo che c'è dietro.
In questo viaggio Umberto Tozzi sarà accompagnato da Raffaele Chiatto alla chitarra, Ricky Roma alla batteria, Marco Dirani al basso, Gianni Vancini al sassofono e percussioni, Gianna D'Addese alle tastiere e cori e Annastella Camporeale ai cori.