Dietrofront Armani: "Non vendo a nessuno"

Lo stilista aveva annunciato al giornale tedesco <em>Handelsblatt </em>che era disponibile alla cessione del gruppo, un'operazione stimata in 5 miliardi di euro. Oggi è arrivata la smentita ufficiale della casa di moda: &quot;E' tutto un equivovo, il giornale non ha capito&quot;. Ieri le sfilate a Milano: <strong><a href="/media.pic1?ID=74" target="_blank">guarda le immagini</a></strong>

Francoforte - Giorgio Armani è pronto alla cessione del suo impero della moda "al migliore offerente". Lo ha affermato in una intervista al quotidiano tedesco Handelsblatt. "Sono pronto a vendere al più alto offerente", ha detto e ha aggiunto che "L'Oreal potrebbe essere un partner. Ma se qualcuno - ha precisato - offre di più, potrebbe essere lui". Gli esperti valutano il valore del gruppo Armani in circa 5 miliardi di euro. Nei giorni scorsi, il gruppo italiano aveva smentito che vi fosse un piano per la vendita a L'Oreal, con cui esiste già una partnership sui profumi ed i prodotti di bellezza. Indiscrezioni circa l'interesse del colosso francese per Armani circolano da tempo.

Smentita Non c'è incontro con Giorgio Armani in cui i giornalisti non gli chiedano se intenda quotarsi in borsa o vendere l'azienda: è capitato anche ieri, alla presentazione della sua mostra della Triennale di Milano, solo che, stavolta, una battuta fatta dallo stilista a tutta la stampa riunita, è stata equivocata dal giornale tedesco Handelsblatt. Oggi arriva la smentita: "Il gruppo Armani non è in vendita. Quella di ieri era una battuta, evidentemente equivocata". Alla domanda se potrebbe mai accettare l'offerta a suo tempo fatta dal gruppo L'Oreal (che è già suo partner per la linea di cosmetici e profumi), Armani ridendo aveva risposto: "L'Oreal? Al miglior offerente!". Ma subito dopo, a chi seriamente gli chiedeva se avesse dunque intenzione di vendere, Armani aveva risposto di no. Oggi, dal gruppo Armani, viene sottolineato che quel no "era categorico" e viene espressa "sorpresa per l'equivoco nato con il giornale tedesco, che peraltro non ha fatto alcuna intervista ad Armani - precisa l'ufficio stampa - ma ha partecipato alla conferenza stampa collettiva".