Difesa ambientale: vince la Fenice

Ponte sullo Stretto

È il raggruppamento temporaneo di imprese guidato da Fenice spa l’aggiudicatario provvisorio della gara per l’affidamento delle attività di monitoraggio ambientale, territoriale e sociale (ante operam, in opera e post operam) del ponte sullo Stretto di Messina e dei suoi collegamenti stradali e ferroviari. Lo ha reso noto Pietro Ciucci, amministratore delegato della società Stretto di Messina, annunciando i risultati della commissione giudicatrice. Il raggruppamento guidato da Fenice e dai mandanti Agriconsulting, Eurisko, Nautilus e Theolab ha ottenuto i punteggi migliori sia in relazione all’offerta tecnico-organizzativa sia in relazione all’offerta economica. Il ribasso offerto è pari al 21,294% e riduce l’importo posto a base di gara da 37 a 29 milioni di euro. «Il monitoraggio ambientale - ha commentato Ciucci - è uno strumento fondamentale e innovativo che tiene sotto controllo tutte le attività di cantiere e gli eventuali effetti su tutta l’area dello Stretto».