La difesa dei consumatori arriva in camper

Un ufficio mobile in viaggio per l’Italia fornirà consulenze gratuite

Elena Jemmallo

da Milano

Un camper in viaggio per tutta Italia per dare una risposta ai problemi della gente. Dalla tutela della salute, alla sicurezza, il risparmio, la qualità di prodotti e dei servizi. È una sorta di ufficio mobile attrezzato per dare una consulenza gratuita ai consumatori, alle prese con la necessità di tutelare il proprio reddito. L’iniziativa è stata lanciata dall’associazione dei consumatori «La casa del consumatore» presieduta da Alessandro Fede Pellone: una neonata realtà a servizio dei consumatori che da tre anni si occupa di informazione, assistenza e tutela. E che si distingue dalle altre diciassette associazioni dei consumatori presenti in Italia per la volontà di proporre più che di contestare: «Siamo contrari a iniziative come gli scioperi della spesa - spiega il presidente Fede Pellone -: preferiamo dire alla gente dove può trovare negozi più convenienti, metterla in guardia da truffe, insegnare a leggere le etichette dei cibi e degli indumenti e dare consigli su come risparmiare sulla bolletta, invece che fare polemiche sul caro-energia».
Non solo, l’ufficio mobile, che ha toccato anche i comuni sotto i 20mila abitanti, si occupa inoltre di proporre ai vari sindaci di creare un ufficio di conciliazione per risolvere le controversie tra il Comune e i cittadini-utenti di servizi pubblici. Il camper ha già toccato 250 comuni in Lombardia, ma il progetto prevede di dotare ogni regione di un ufficio mobile arrivando così a coprire l’intero territorio nazionale.
Va però detto che la Casa del consumatore è già una realtà nota a oltre 20 milioni di italiani e conta qualcosa come 71mila iscritti. È stata la prima a utilizzare sistematicamente la televisione come mezzo di comunicazione ai cittadini nella loro veste ai consumatori e di portatori di diritti civili. Ha fatto presenza fissa a Uno Mattina, Casa Rai Uno, Linea Verde, Forum, Vivere Meglio e Sportello Italia. Inoltre, l’associazione produce, senza scopo di lucro e a proprie spese, la trasmissione intitolata «La casa del consumatore», che ha già fatto 100 puntate su Sky e che andrà tra poco in onda anche sulle televisioni regionali. È un contenitore in cui verranno affrontate settimanalmente varie tematiche d’interesse per i consumatori, con particolare attenzione verso le problematiche diverse in base al territorio.
Per rispondere alle diverse esigenze, l’associazione si è data una struttura orizzontale, fatta per abbracciare tutte le grandi facce della società. La «casa del giovane» si occupa dei diritti per i minori, attraverso convenzioni con l’Osservatorio sui diritti del minore e con l’Associazione figli sottratti. E per dare consulenza ai giovani alle prese con i nuovi contratti di lavoro, l’associazione ha stretto una collaborazione anche con il Fondo pensione lavoratori atipici.
Tra le iniziative nuove, quella di dedicare un’attenzione particolare agli italiani all’estero, grazie alla collaborazione (cominciata nel 2003) con Rai international nella trasmissione Sportello Italia. Grande cura è dedicata alle donne e ai pensionati, con strutture dedicate ed esperti a disposizione. Infine, il progetto «La casa del malato» si occupa della conciliazione diretta nelle strutture ospedaliere private o pubbliche tra il cittadino che ha subito danni e il medico (o la struttura) che li ha provocati. Un servizio disponibile attraverso un numero verde (800905456).
«Il nostro obiettivo è quello di concorrere a dare una mano alla gente a risolvere i problemi della quotidianità, di informarli sui loro diritti entrando nelle loro famiglie - spiega il segretario generale, l’avvocato Roberto Arnoldi, - e far capire che i loro redditi potranno essere tutelati difendendo i loro diritti. È solo in questo modo che si ottimizzano le spese delle famiglie». Come recita lo slogan che si è data l’associazione: «Difendi i tuoi diritti per tutelare il tuo reddito».