«Difesa della libertà al primo posto»

«I valori sono gli stessi di 14 anni fa. Rileggo quei principi e non c’è da cambiare una parola. Sono i principi fondamentali della nostra azione politica e i nostri valori. Crediamo nella libertà di impresa e di mercato che va regolata con norme certe. La libertà non è graziosamente concessa dallo Stato ma è anteriore, ci appartiene. Crediamo nella famiglia come nucleo della nostra società e fondata sull’amore di un uomo e di una donna, dell’impresa e della tradizione cristiana. La sinistra al governo non ha difeso la libertà di tutti, consentendo che minoranze autorizzate incidano, fermando per esempio un’autostrada, una ferrovia o i termovalorizzatori».