La difesa di Mancini: «Gli atti a Brescia»

L’indagine sul rapimento dell’imam Abu Omar va trasferita da Milano a Brescia. Lo chiedono gli avvocati dell’ex funzionario dei servizi segreti italiani Marco Mancini, con un’istanza alla procura milanese. Secondo i difensori dell’ex 007, gli atti devono essere trasferiti a Brescia per ragioni di competenza: tra le persone offese dal reato contestato a Mancini c’è infatti anche il procuratore aggiunto Armando Spataro, coordinatore delle indagini della procura di Milano sul rapimento dell’imam.