In difesa Pastorello cala il jolly Bovo

Un blitz alla Pastorello e Cesare Bovo è diventato un giocatore del Genoa. L'accelerazione alla trattativa per il forte difensore centrale del Palermo è arrivata nel pomeriggio di ieri. Dopo la presentazione a Pegli di Papa Waigo e Pegolo, il vicepresidente rossoblù è piombato a Milano facendo firmare al giocatore un contratto di cinque anni. Bovo, 24 anni, arriva in comproprietà dalla società rosanero per una cifra che si aggira intorno ai 3 milioni di euro. Si tratta della prima scelta nella lista stilata da Gian Piero Gasperini e tenuta fino all'ultimo segreta. Su Bovo infatti c'era l'interesse di altre squadre: su tutte l'Inter che pensava a lui per allargare la rosa di difensori a disposizione di Mancini.
Il Genoa si è dunque aggiudicato un giocatore che vanta già quattro campionati di serie A con le maglie di Lecce, Parma, Roma e Palermo. Nell'ultima stagione contrasti con il tecnico siciliano Guidolin lo hanno portato a lasciare la Sicilia per trasferirsi in prestito al Torino dove ha riportato una frattura all'alluce di un piede e ha così disputato soltanto sette gare segnando, peraltro, un gol. Sull'integrità fisica del giocatore non sembrano però esserci dubbi. Un metro e ottantuno di altezza, Bovo, ex capitano dell'under 21 azzurra, oltre ad essere un difensore centrale veloce in grado di essere l'alter ego di Bega, è dotato di un buon tiro da lontano e su calcio piazzato.
Per un giocatore che arriva uno che invece si allontana sempre di più: Domenico Criscito. Le speranze per averlo ancora una stagione in rossoblù si sono ridotte al lumicino dopo che è andato a vuoto il contatto che ieri i dirigenti del Genoa dovevano avere con i colleghi bianconeri. E così il giovane difensore dovrebbe partire per il ritiro della Juventus con il tecnico Ranieri che lo ha fortissimamente voluto. Il Genoa è così pronto a muoversi altrove per cercare quel difensore centrale in grado di giocare sulla sinistra proprio come Criscito e il nome è ancora quello di Stefan Radu, 20 anni, attualmente in forza alla Dinamo Bucarest.
Primo contatto intanto per un clamoroso ritorno in rossoblù. Cristian Panucci si sarebbe dichiarato disponibile a tornare a vestire la maglia del Genoa nella prossima stagione. Lo scoglio più grosso da superare per il 34-enne difensore della Roma è il suo importante ingaggio e un contratto che scade tra due anni. Se sono rose fioriranno.
Intanto a Pegli ieri sono stati ufficialmente presentati il portiere Gianluca Pegolo e N'Diaye Papa Waigo. «Sono qui per giocarmi il posto da titolare - ha dichiarato il portiere 26-enne svincolatosi dal Verona - Conosco Rubinho e sono contento di ritrovarlo qui. Sarà una bella concorrenza». Determinato Pegolo così come Papa Waigo. L'attaccante 23-enne prelevato dal Cesena è apparso molto motivato dalla nuova esperienza in rossoblù. «Sì è vero al Genoa come avversario ho segnato molto - ha dichiarato - ora voglio farlo per questa maglia contento di affacciarmi alla serie A. Ho ricoperto tutti i ruoli in attacco, nei sei anni di permamenza in Italia. La fascia è lunga da percorrere, avanti e indietro, ma do ampia disponibilità al mister. Decide lui se, dove e come. La concorrenza è uno stimolo».