Diffida e denuncia sull’Asp

Il senatore Domenico Gramazio (Pdl), nella sua qualità di componente del consiglio di amministrazione dell’Asp-Lazio Sanità, ha inviato una diffida con la quale chiede al presidente Lucio D’Ubaldo la convocazione immediata del Cda dell’ente sub-regionale». «Sono tre mesi che il cda dell’Asp non si convoca - spiega Gramazio - Pertanto, o si decide lo scioglimento dello stesso consiglio, o il presidente D’Ubaldo lo convochi entro 48 ore». Gramazio ha inoltre inviato alla Procura regionale della Corte dei Conti un’autodenuncia, nella quale dichiara che il consiglio di amministrazione percepisce un appannaggio, senza effettuare alcuna seduta e alcuna attività inerente al proprio mandato». Le dimissioni dell’Asp come braccio tecnico dell’assessore Battaglia sono state chieste ieri anche da Alfredo Pallone e Massimiliano Maselli, rispettivamente capogruppo e consigliere di Forza Italia.