Dilagano le vendite sui bancari

Avvio di settimana in tono minore anche per Piazza Affari. Appesantito dalle incertezze affiorate nelle Borse europee e, negli scambi pomeridiani da Wall Street, il listino milanese accusa una flessione intorno all’1%, sostenuto però da un andamento più resistente del Midex ed AllStars. Scambi di poco superiori a 7 miliardi. Le vendite hanno dilagato tra i bancari, con Banco popolare che perde oltre il 4%; realizzate Fiat e Telecom Italia; giù Alitalia (meno 1,4%) ed Unipol (meno 1,9%). A sostenere il listino hanno contribuito i titoli dell’energia, spinti anche dal rialzo del greggio: migliorano Eni e Saipem, ma le vere protagoniste della giornata sono i titoli delle utility, con rialzi che vanno dall’1% per Aem al 3,4% per la bolognese Hera. Andamento oscillante per BasicNet, che ha tentato di ripetere l’exploit di venerdì.