Un dildo volante colpisce il ministro neozelandese dello Sviluppo economico

Sui social media l'episodio non è passato inosservato, anzi l'hashtag #dildogate è balzato in cima alla classifica dei trend su Twitter

Non di rado accade che per protesta vengano lanciati ortaggi, frutta, uova o monetine ai rappresentanti delle istituzioni, ma quello che è successo in Nuova Zelanda ha davvero dell'assurdo. Mentre Steven Joyce, ministro dello Sviluppo economico, stava parlando in diretta nazionale, è stato colpito in pieno viso da un oggetto volante non meglio identificato, che alla fine si è rivelato essere un dildo.

Rosa, lungo almeno 20 centimetri, di gomma, il sex toy è stato lanciato da una donna che voleva esprimere tutto il proprio disappunto per l'argomento di cui il ministro stava parlando, ovvero le trattative per l'ingresso del Paese neozelandese nel Partenariato Trans-Pacifico (TPP), un progetto di trattato di regolamentazione e di investimenti regionali alle cui negoziazioni, fino al 2014, hanno preso parte dodici Stati dell'area pacifica e asiatica.

La manifestante è stata subito rintracciata nella folla e allontanata dagli uomini della sicurezza, mentre Joyce, interrogato sull'accaduto, ha ironicamente dichiarato che è stata la prima volta, sotto ogni circostanza, in cui ha ricevuto un dildo in faccia.

Sui social media l'episodio non è passato inosservato, anzi l'hashtag #dildogate è balzato in cima alla classifica dei trend su Twitter, così come il nome del ministro, il quale si è detto dispiaciuto se dovesse essere questo l'unico motivo per cui sarà ricordato.

Annunci
Commenti

ernestorebolledo

Sab, 06/02/2016 - 13:32

l'ingresso nel Partenariato Trans-Pacifico (TPP), "Un trattato che ci mette in ginocchio di fronte alle multinazionali" "La più grande minaccia alla sovranità di un paese è che E 'accettato e consente la creazione di un tribunale sovranazionale per risolvere controversie con transnazionale, vale a dire, quando si sentono lesa dal ambientale politica economica, di occupazione o determinata dal Congresso, possono citare in giudizio lo Stato in un appositamente creata da tennis, che è sopra i poteri di stato e di governo del giorno. " "Un trattato che ci mette in ginocchio di fronte alle multinazionali"

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 07/02/2016 - 00:20

Ve lo immaginate cosa sarebbe successo al poveraccio che avesse "osato" colpire ko scemetto fuiorentino con un dildo sia pure artificiale?