«Dimenticate le norme del 2003 sulla sicurezza»

Due vittime che non potevano non scatenare le polemiche. Il Codacons attacca sostenendo che «è stata dimenticata la legge sulla sicurezza degli sport invernali del 2003 e nessuno la fa rispettare». «Svariate sono le norme violate - dice l’associazione dei consumatori - come per esempio l’articolo 5 comma 3 che prevede l’obbligo per i gestori degli impianti di esporre le regole di condotta garantendo adeguata visibilità. Poi l’articolo 18 stabiliva che le regioni dovessero determinare l’ammontare delle multe». «Quali regioni lo hanno fatto?», si chiede il Codacons. Sul caso interviene anche Cristiana Muscardini di An, presidente del gruppo di An al Parlamento europeo. «Questa tragedia ripropone con urgenza la necessità di una severa normativa europea e la sua necessaria applicazione sulle piste da sci».