Diminuisce il traffico ma non lo smog: il flop dell'Area C

Nel capoluogo lombardo l'avvio dell'Area C ha visto diminuire il traffico ma non lo smog. Le concentrazioni dei Pm10 sono ancora da record: da sette giorni sono oltre le soglie limite

Non c'è niente da meravigliarsi: era tutto nell'aria. O meglio: gli esperti avevano già fatto sapere che l'Area C non avrebbe abbassato le concentrazioni dei Pm10. E così è stato. Le polveri sottili non hanno affatto risentito della diminuzione del traffico nel centro storico meneghino per l’avvio del ticket da 5 euro per entrare nella cerchia dei Bastioni.

Tutte le centraline dell’Arpa in città hanno registrato "valori di Pm10 doppie rispetto alla soglia consentita (50 mg/mc) e in crescita rispetto al giorno precedente". Così, con lunedì, sono sette i giorni consecutivi oltre i limiti. "I dati della giornata di ieri segnano 101 mg/mc di Pm10 a Città Studi, 106 in via Senato e 108 al Verziere - spiegano - concentrazioni in aumento rispetto a domenica (quando il valore medio era stato 95 mg/mc) e in linea con quello di sabato (106 mg/mc)". Poco e niente pare, quindi, abbiano potuto le 40mila auto in meno entrate nella zona a traffico limitato rispetto al dato medio della settimana scorsa (in calo del 32,5 per cento). Non solo. Le previsioni meteo dell’Arpa segnalano per ieri e oggi "condizioni climatiche favorevoli all’accumulo di inquinanti nell’aria".