Diminuiscono furti e borseggi

da Roma

Nell' ultimo quadriennio è diminuito il numero totale dei furti, il più diffuso tra i reati predatori: in questo caso la flessione rispetto al quadriennio precedente è di circa il 4% (5.453.752 contro 5.684.800). Tra i vari tipi di furto spiccano le tendenze positive registrate per quelli di autoveicoli (-25,4 % rispetto al quadriennio 1997-2001 e -32,4% rispetto a quello 1993-1997). In netta diminuzione anche i furti delle auto in sosta, almeno il 14% in meno del passato quadriennio. Per i furti in abitazione la diminuzione è del 33,8% rispetto al quadriennio 1997-2001 (596.324 contro 900.431) e del 30,3% rispetto a quello 1993-1997 (45.083 in più). Soddisfacenti, rileva Pisanu, «sono anche i dati sui borseggi (-11,4%). Tra luglio 1997 e giugno 2005 c’era stata invece in questo campo una crescita del 36,5%. In diminuzione costante gli scippi, -22% rispetto al penultimo quadriennio e del 41,4% in meno rispetto agli anni ’93-97. Segno meno anche per i furti negli esercizi commerciali (-24,1%). Non differente è l'andamento delle principali tipologie di rapina: -12,7% per quelle in banca e -16,5% per quelle negli uffici postali. Merito di questa flessione per il ministro va al «Progetto sicurezza degli uffici postali» e alla sinergia tra le Poste Italiane e la Polizia Postale.