Dimmi che cono mangi e ti dirò chi sei...

Un cono gelato dice di voi più di quanto pensiate. Scegliere gli accostamenti non è più soltanto questione di gusto ma racconta chi siete, come siete e cosa fate

Sorpresa. Il gelato dice del consumatore molto più di quanto vi aspettiate. Scegliere i gusti non è più solo questioni di abbinamenti e preferenze, ma racconta di voi tanto quanto un oroscopo.

I fan del bianco a tutti i costi? Ci sono buone possibilità che rientrino tra i 14 e i 34 anni, abbiano una cultura medio-alta, famiglia e bambini piccoli, preferibilmente entro i 5 anni. E ovviamente una predilezione per i classici, dalla panna alla vaniglia, passando per scelte un po' meno usuali come tartufo bianco, cocco e cioccolato al latte. Meglio poi se il gelato è fuori casa, da veri amanti del divertimento e delle novità.

Diverso per la categoria degli aficionados del caffè, per lo più genitori di pargoli quasi maggiorenni e amanti del gelato come scusa per stare in compagnia. A casa o fuori poco importa. Gusti preferiti? Stracciatella, affogato al caffè, tiramisù, ma anche cioccolato fondente. Seri, razionali, ma con un pizzico di passionalità e intraprendenza.

E l'ultima categoria, quella dei poco coinvolti. Per loro il gelato è un una tantum. Abitano in centri medio-grandi, hanno una cultura medio-bassa e un'età che si aggira intorno ai 65 anni. I loro gusti preferiti vanno dalla nocciola, al limone, passando per la stracciatella e una pletora di altri gusti. Sono seri, affidabili e piuttosto estroversi, ma anche di buon gusto e attenti alla propria salute.