Dimmi che mosaico fai... Ecco le figure che fanno bene a chi le disegna

I disegni che fanno bene alla salute: fiori, farfalle, personaggi famosi, mosaici e mandala (tradizionali disegni induisti e buddhisti cari a Jung). Sono i soggetti più frequenti dei coloring books, album da colorare per adulti. Una tendenza partita dall'Inghilterra - tra gli apripista il caso editoriale di Secret Garden di Johanna Basford - che ha contagiato Francia, Stati Uniti - alcuni titoli di coloring books negli Usa si sono aggiudicati le prime posizioni nella classifica dei best seller - e sta incontrando un grande successo anche da noi. La terapia dei coloring books è semplice e non ha controindicazioni: armati di matite o pennarelli si colorano le illustrazioni prestampate di volumi o riviste e si libera la mente da stress e tensioni negative. La ripetizione di un gesto semplice e compiuto favorirebbe in particolare la concentrazione e comporterebbe un senso di rilassamento generale e di calma interiore. «Colorare Zen è in edicola da un anno - racconta Massimo Morandi - e ha riscontrato un grande interesse specialmente da parte del pubblico femminile, quello tra i 25 e i 46 anni. In ogni numero si trovano 24 disegni che spaziano tra i classici mandala e soggetti stagionali. In genere i disegni legati al mondo naturale sono molto apprezzati». Molto valida in Italia è anche la proposta di Ippocampo Editore che ai coloring books ha dedicato un'intera collana, Art Therapy, con volumi a tema, che spaziano da motivi maya e atztechi, all'Art Déco, al mondomedievale o al buddhismo.

ACioc