Dinastie a parte, i fumatori si impongono

Caro Granzotto, nel leggere la sua risposta al lettore Giampiero Priori di Bologna, mi permetta di «cercare il pelo nell’uovo». Lei in definitiva dice che l’attuale Regina d’Inghilterra, Elisabetta II, è una Sassonia-Coburgo-Gotha e che il nome della dinastia fu mutato in Windsor nel 1917, in epoca di forti sentimenti antitedeschi. Sta di fatto: nel 1917 la Regina Vittoria era deceduta da sedici anni e sul trono inglese regnava Giorgio V, suo nipote, dato che suo figlio Edoardo VII aveva regnato neanche 10 anni, a causa delle troppe sigarette che fumava; nello stesso ano 1917 l’Inghilterra era in guerra da ben tre anni (noi da due) e tale decisione era stata presa già subito, all’inizio delle ostilità. Comunque Sassonia-Coburgo-Gotha era il casato del Principe consorte Alberto, cugino della Sovrana, dato che la madre della Regina Vittoria era una Sassonia-Coburgo-Gotha, zia del Principe Alberto, nonché sorella del Re dei Belgi Leopoldo I. In effetti, la Casa di Windsor è sempre Casa di Hannover, dato che fino alla Regina Vittoria esclusa i Re d’Inghilterra erano anche Re di Hannover. Con la Regina Vittoria, Hannover, dove vigeva la legge salica che impediva alle donne di regnare, diventò una città anseatica (incorporata a Amburgo, Lubecca, Brema, Kiel e altre), fino all’incorporazione nel 1871 nel grande impero tedesco. Ma anche ora la Regina d’Inghilterra è sempre capo della Casa di Hannover, tanto che lo stesso Principe Georg Ernst von Hannover, per sposare Carolina di Monaco, ha dovuto chiedere il permesso alla Sovrana inglese. Scusi la mia pignoleria, ma ho studiato a fondo la cosa prima di trovare il bandolo della matassa. Praticamente, se Elisabetta II politicamente non è Regina di Hannover, tuttavia è sempre il capo della dinastia. Anche se ha cambiato nome. Ne prendano nota il signor Vittorio Emanuele di Savoia e il di lui figlio ballerino.Mario Salvatore Manca di Villahermosa e-mail