Dini: "Sulle pensioni sono deluso dalle parole di Prodi"

Il senatore della Margherita: "Lui ha detto che
è doveroso abolire lo scalone. Non ha dato dettagli, ha detto che troveremo i risparmi
nell’amministrazione pubblica. Io non so questo cosa voglia dire. Sono deluso delle
dichiarazioni del presidente Prodi"

Roma - «Sono deluso dalle dichiarazioni del Presidente Prodi», Così Lamberto Dini, presidente della commissione esteri del Senato commenta ai microfoni di Radionews 24, le parole del premier. «Lui ha detto che è doveroso abolire lo scalone. Non ha dato dettagli, ha detto che troveremo i risparmi nell’amministrazione pubblica. Io non so questo cosa voglia dire. Sono deluso delle dichiarazioni del presidente Prodi...», spiega ribadendo come sia necessario trovare «misure compensative rispetto alla perdita dei risparmi che sono previsti dallo scalone e dalla Legge Maroni» visto che il nostro sistema previdenziale «è già estremamente costoso per il nostro Paese e costa di più di quelli degli altri Paesi e dobbiamo fare una correzione».

D’altra parte, ricorda ancora Dini, « lo stesso presidente D’Alema ha detto che non ci sono i soldi per abolire lo scalone e se ci fossero dovremmo adoperarli diversamente. Il presidente Rutelli, che è l’altra componente importante di questa dichiarazione, dice che quanto è stato detto ieri è frutto di ipocrisia e che si deve aumentare l’età pensionabile e quindi su questo c’è uno scontro». «C’è uno scontro fra l’estrema sinistra e le altre componenti della maggioranza. Una proposta del governo che intende accrescere ulteriormente la spesa pensionistica, io non la voto», ripete. E alla domanda se sarebbe disposto a fare andare in crisi il governo risponde: «questo non è il mio problema... ». Quanto ad un possibile corteggiamento da parte della Cdl al senato Dini rinvia al mittente ogni sospetto. «Io ho mantenuto a distanza un rapporto di cordialità con Berlusconi, ma non faccio parte di trame, nè da una parte nè dall’altra. Il presidente Berlusconi fa la sua politica. Quando dice: "Guardate, attenzione, perchè ci sono tanti che sono pronti a venire con me, cerca, non so, di intimidire. Fa politica», spiega.