«Il Dio bambino» di Gaber debutta oggi al Grassi

Stasera al Teatro Grassi, in prima nazionale, debutta «Il Dio bambino» di Giorgio Gaber e Sandro Leporini, interpretato da Eugenio Allegri e diretto da Giorgio Gallione. «Un po' dopo il piombo» è lo spettacolo ideato e scritto da Giangilberto Monti, in scena, da domani, al Teatro Arsenale.
«Bahamut», di Antonio Rezza, conclude, da domani, la Quadrilogica dedicata alla coppia di artisti Rezza-Mastrella.
Al Teatro della Memoria la compagnia dei Mai Sentiti, domani, presenta «Amleto» di W. Shakespeare, per la regia di Leonardo Gazzola.
Con «Morte accidentale di un anarchico» in scena da domani prosegue la stagione del Teatro Leonardo.
Al Teatro Franco Parenti, da martedì sarà presentato «Claus Peymann compra un paio di pantaloni e viene a mangiare con me», di Thomas Bernhard e «Sik-Sik l'artefice magico», di Eduardo De Filippo, due atti unici diretti da Carlo Cecchi.
Nell'ambito della manifestazione in onore di Giorgio Gaber, domani nella sala Pio XII dell'Università statale Flavio Oreglio accompagnerà la platea alla scoperta della prosa di Gaber e Luporini leggendo «La rabbia e il sorriso».
Da domani, al Crt - Teatro dell'Arte, andrà in scena lo spettacolo di danza «Capricci», di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni.
Da mercoledì sulla scena del Teatro Strehler sbarcheranno le marionette della compagnia Carlo Colla e figli con l'allestimento di «Garibaldi, l'eroe dei due mondi», diretto da Eugenio Monti Colla.
Da venerdì fino a domenica Antonio Cornacchine sarà protagonista di «B-Day, la festa della buona politica» in scena al Teatro Ventaglio Smeraldo.
«El nost Milan» di Carlo Bertolazzi, sabato, prende nuovamente vita per mano di Aleardo Caliari e della compagnia del Teatro della Memoria che, sulla scena del Teatro Alfredo Chiesa, racconteranno di una città sempre in movimento, sempre protesa al raggiungimento di traguardi lontano ma mai impossibili, dipingendo con poesia quella «pora gent» orgogliosa di essere milanese.