Diocesi, Scola nomina i nuovi vicari e completa il Consiglio episcopale

Con una nuova serie di nomine, effettive dal 29 giugno, si completa il quadro del nuovo Consiglio episcopale milanese (Cem), l’organo della Diocesi ambrosiana che raggruppa alcuni dei più stretti collaboratori dell’arcivescovo Angelo Scola.
È stato lo stesso cardinale Scola, ieri mattina, ad annunciare, insieme ad altri incarichi diocesani, i nomi dei vicari episcopali di settore, che insieme al vicario generale e ai sette vicari episcopali di zona già designati il 5 aprile scorso, formano il Cem.
Nomi e ruoli sono quelli di monsignor Erminio De Scalzi, vicario episcopale per gli Eventi e per gli Incarichi Speciali, monsignor Luigi Stucchi, per la Formazione permanente del clero, don Pierantonio Tremolada, per l’Evangelizzazione e i Sacramenti, la Pastorale giovanile ed universitaria e per l’educazione scolastica, don Luca Bressan, per la Cultura, la Carità, la Missione e l’Azione Sociale, don Bruno Marinoni, per gli Affari Generali e Moderator Curiae.
Sono stati poi confermati negli incarichi precedenti monsignor Angelo Mascheroni, monsignor Marco Ferrari, e monsignor Ambrogio Piantanida.
Inoltre è stata istituita la nuova figura di economo diocesano e direttore dell’ufficio per il personale laico, per cui è stato nominato Ugo Pavanello. Come preside della facoltà teologica dell’Italia settentrionale è stato nominato monsignor Pierangelo Sequeri mentre come prevosto di Gallarate e responsabile della comunità pastorale San Cristoforo Don Ivano Valagussa. «L’impegno - conclude Scola - della nuova evangelizzazione deve ulteriormente approfondire, in tutti gli operatori di Curia, la coscienza di essere al servizio delle parrocchie, delle comunità pastorali, dei decanati, delle sette zone pastorali, delle comunità religiose ed aggregazioni di fedeli».