Dipinti, foto e sculture: via Tortona capitale dell'arte a buon prezzo

Una grande mostra mercato di opere dai costi abbordabili

Impara l'arte e rendila accessibile. A Milano sta per approdare «Affordable Art Fair», atteso appuntamento con dipinti, sculture e fotografie contemporanee, che da domani a domenica occuperà gli spazi del Superstudio Più in via Tortona. Quattro intense giornate per una fiera particolare, che vede la partecipazione di oltre 95 gallerie internazionali, in cui figurano opere di stile, tecniche e costi capaci di soddisfare differenti gusti e tasche. La vera caratteristica della manifestazione è la possibilità, aperta a chiunque, di acquistare un oggetto di valore artistico a un prezzo variabile da cento a seimila euro, cifra limite consentita.

L'idea degli organizzatori è precisa: rendere contenuti solitamente riservati a una clientela elitaria alla portata di un pubblico allargato. L'intelligente format di «Affordable Art Fair» resta unico in quanto a capacità d'intrattenere il visitatore, sdrammatizzare gli abituali meccanismi del mercato dell'arte e riscuotere un successo commerciale. Tra le novità dell'edizione 2015 il fatto di aver riservato a ogni sezione tematica un colore diverso, così da migliorare l'accessibilità delle persone ai settori o generi, che più interessano.

Direttamente dall'ingresso principale si imbatte nella zona denominata «Exchange», nata dal nuovo programma di scambio tra operatori italiani e olandesi, mentre proseguendo è possibile notare il corner blu legato al mondo della fotografia e l'area dalla tonalità magenta, dove si svolgono attività formative, nonché performance dal vivo per attenti spettatori e interi gruppi familiari. Non poteva mancare la zona dedicata alle opere degli under 40, con tanto di spazio espositivo per giovani talenti selezionati da una giuria di esperti nell'ambito di un concorso.

Lo scopo è promuovere e supportare le promesse del futuro all'interno di rassegne che vedono di norma la partecipazione di luminari, investitori e collezionisti. Due gli eventi da non perdere: l'inaugurazione in cui sarà ospite d'eccezione sarà Michelangelo Pistoletto, uno dei massimi rappresentanti dell'Arte Povera, e la lunga serata di venerdì. A partire dalle 19 scatterà una maratona dell'arte che terminerà in festa dopo la mezzanotte: per l'occasione rimarranno aperte ben 50 location, tra gallerie, atelier e showroom, dove esporre pezzi da amatori e far incontrare persone con interessi comuni.

Saranno organizzate mostre, tavole rotonde, conferenze aperte al pubblico, mentre gli appassionati del buon cibo potranno approfittare di numerosi ristoranti con un menù particolare e piatti d'autore creati in collaborazione tra chef e artisti. La città risulterà coinvolta attivamente, perché tanti visitatori presenti per la Fiera potranno scoprire gallerie e luoghi fuori dai circuiti tradizionali, in zone sia centrali che periferiche, divertendosi o partecipando ad appuntamenti su misura.