Dirette e drink in 350 locali

Francesca Lovatelli Caetani

La finale della Coppa del Mondo accende la passione di tutti e ai maxischermi nelle piazze o al salotto di casa, c’è chi preferisce i locali. Sono ben 350 quelli attrezzati per trasmettere in diretta la partita, perché seguire la nazionale è un evento di massa e un affare. Dal Tatanka Club di via Olivari al Mama’s Café di via Caminadella, dall’Osteria del Calcetto di corso Garibaldi all’Hora Feliz di via San Vito, da La Cave di via Cornalina all’Osteria del Pontell di Alzaia Naviglio Pavese - solo per fare qualche esempio .
«Guardare una partita così importante in un locale è un fenomeno collettivo, che permette alla gente di incontrarsi per vivere un’esperienza comune» - sottolinea il sociologo Saro Trovato - Partecipare significa sentirsi parte attiva di un’esperienza che riguarda tutta la Nazione. La vittoria diventa quindi un riconoscimento legato alla propria autostima. Sono lì perché faccio parte di un evento di cui mi rendo attore principale al pari dei calciatori», aggiunge il sociologo.
Al G Lounge di via Larga la tv è al piano seminterrato e l’entusiasmo da parte dei clienti è forte. Tifare Italia al «G», per loro, è ormai un atto scaramantico, un portafortuna per la nazionale al punto che tutti indossano gli stessi vestiti scelti sin dalla prima partita, i posti a sedere sono ormai assegnati con nome e cognome e anche il cocktail da sorseggiare durante l’evento è lo stesso. Matteo, poi, il cane mascotte, ad ogni gol ulula e corre per tutta la sala. Il Volo di viale Beatrice D’Este ha ideato, per oggi, un menu speciale a base di galletto, simbolo della Francia, che verrà servito durante la partita e cucinato alla diavola, in spiedini, al limone. «È un simbolo - dice Michele Smaldone, socio del locale - Per esorcizzare il timore che i galletti francesi ci possano battere, ce li mangiamo!».
Proporremo l'offerta di pizza e birra a 10 Euro - riferisce Gianni Pim, il titolare del San Vittore in viale Papiniano - Tifosi azzurri preparatevi: ci sarà un’atmosfera da stadio tra trombette, bandiere, maxi schermo, divani bianchi, tartare di bisonte e, per i più tradizionalisti, salumi e formaggi della casa». Stasera resterà aperto per l’occasione anche il Leopardi 13 dell’omonima via, dove si potrà vedere (con prenotazione obbligatoria) la finale su comodi divani di fronte a due megaschermi, più cocktail e buffet aperitivo. Mentre all’Open Gallery di via Raffaello Sanzio l’happy hour sarà tutto mediterraneo.