Il direttivo della Cgil azzera la segreteria

da Milano

Aria di cambiamento nella Cgil: il direttivo ha votato a maggioranza l’azzeramento della segreteria politica, su proposta del segretario generale Guglielmo Epifani. Il leader del sindacato proporrà a un comitato di saggi una rosa di nomi: secondo indiscrezioni, il segretario generale della Cgil Lombardia, Susanna Camusso, considerata anche come uno dei probabili successori di Epifani alla guida della confederazione; il presidente dell’Ires, Agostino Megale; il segretario generale della Flc, Enrico Panini; il leader della Filt, Fabrizio Solari e il segretario della Cgil Calabria, Vera Lamonica. Ufficialmente il direttivo, che concluderà i suoi lavori oggi con la nomina dei nuovi segretari, è chiamato a decidere sulla sostituzione di tre segretari già usciti: si tratta di Carla Cantone, Paolo Nerozzi e Achille Passoni. Ma le indiscrezioni parlano anche di un anticipo della scadenza chiesto per Marigia Maulucci e Mauro Guzzonato. Se le indiscrezioni fossero confermate, resterebbe fuori dalla segreteria Carlo Podda, leader della funzione pubblica. Un’esclusione eccellente che potrebbe aprire una fase di dialettica accentuata anche con la sinistra interna.