Il direttore dell’orchestra Sarkozy

Le Monde l’ha definito il direttore d’orchestra del candidato alla presidenza francese Nicolas Sarkozy. È Claude Guéant, capo di gabinetto del ministro dell’Interno francese e adesso direttore della campagna elettorale. Si conoscono da molto tempo, ma è dal 2002 che lavorano fianco a fianco. Guéant è un confidente, prima che un collaboratore. Sempre discreto: Claude è anche l’uomo dei discorsi. È l’ultimo a ritoccare le dichiarazioni pubbliche dell’amico-candidato e soprattutto quello che consiglia il messaggio che farà più presa su media e pubblico. Scorretto? Ogni tanto sì, senza mai trascendere. Anche senza farlo notare. Così è difficile che qualcuno polemizzi con lui direttamente. Ha 62 anni e secondo l’ex premier francese Jean-Pierre Raffarin non esiste nessuno in grado di gestire una campagna elettorale meglio di Guéant. Sarkozy se lo coccola: «È un uomo eccezionale. E poi è calmo. Una qualità quasi impossibile da trovare». Lo staff ne parla così: «Nicolas è il nostro padrone, Claude è il nostro punto di riferimento».