Direttorio, Berlino candida Stark

Bce

Il governo tedesco proporrà Juergen Stark, vicepresidente della Bundesbank, come sostituto di Otmar Issing in seno al Comitato Esecutivo della Banca Centrale Europea, che quest'ultimo lascerà il prossimo 31 maggio. Lo ha annunciato il ministero delle Finanze tedesco. Stark, 57 anni e vicepresidente della banca centrale tedesca dal 1998, ha una reputazione da «falco» sulla necessità di tenere sotto controllo l'inflazione e nel porre enfasi sull'analisi della massa monetaria quando è necessario prendere decisioni sui tassi di interesse. Il presidente della Bundesbank, Axel Weber, ha plaudito alla decisione del governo descrivendo Stark come «un candidato superbamente adatto da un punto di vista professionale e personale». Per la nomina ufficiale di Stark, tuttavia, è necessaria una procedura complessa, con i via libera da parte dei ministri delle Finanze della zona euro, del Parlamento europeo, della Bce e del Consiglio europeo.