Dirigenti Asl scelti con le «primarie»

Dopo il referendum in cui chiedeva direttamente ai cittadini se lo preferissero al Senato o a capo della regione all’epoca delle elezioni regionali, Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia ricorre per la seconda volta al web. Questa volta in nome della trasparenza: la Regione, infatti, ha deciso di pubblicare sul sito www.sanità.regione.lombardia.it l’elenco completo dei possibili candidati per le nomine di manager sanitari. Una sorta di primarie: nella lista compaiono 500 persone, selezionate attraverso un bando, tra cui si nascondo i futuri direttori. Quarantasette le poltrone in ballo: 15 per guidare le Asl, 29 per dirigere le aziende ospedaliere lombarde e tre, non di nomina regionale, per gli Istituti Ircss. Chiunque può consultare la rosa degli idonei, e mettere così al bando, maldicenze e sospetti. Non si tratta di un referendum, né di vere e proprie primarie, ma di un’operazione trasparenza. «Dai cittadini non ci aspettiamo suggerimenti o raccomandazioni - mette le mani avanti Formigoni - ma eventualmente uno stimolo in più».