Diritti Tv: Lotito al posto di Cellino

da Milano

Massimo Cellino se ne va sbattendo la porta: lascia ad altri il compito di trovare una soluzione sull’intricata vicenda dei diritti televisivi. Dopo aver ricevuto la delega per occuparsi della battaglia legale tra Lega e Rai, il padrone del Cagliari ha scoperto le spine. E ieri ha alzato le braccia parlando di Lega «ambigua e non unita. Non posso condividere volontà politiche devastanti di una minoranza». L’obiettivo della Lega è trovare una soluzione extragiudiziale, prima dell’udienza in Tribunale con la Rai fissata per il 16 gennaio. Galliani ha cercato una mediazione, ma ha dovuto prendere atto e nominare un altro presidente disponibile a prendersi l’incarico. «Cellino è una persona in gamba e intelligente, sa captare le cose ed ha ritenuto di non voler più andare avanti». Fra l’altro il padrone del Cagliari vive prevalentemente a Miami. E allora al suo posto compare Claudio Lotito, presidente della Lazio. È la persona giusta, ha detto Galliani. «Calma, non esageriamo. Non sono mica Pico della Mirandola», ha risposto l’altro, che conosce la difficoltà del caso da sbrogliare.