Diritto di recesso a 2,965 euro

Bnl

Aspettare paga, almeno per gli ultimi soci di minoranza della Bnl. L’azionista di controllo Bnp Paribas, infatti, offrirà per il diritto di recesso in occasione della prossima fusione per incorporazione della banca di via Veneto, un controvalore di 2,965 euro per azione contro i 2,9275 euro pagati dai francesi per le due Opa. L’offerta riguarda sostanzialmente le ex azioni di risparmio convertite obbligatoriamente in ordinarie alla fine dello scorso anno. La fusione per incorporazione di Bnl in Bnp Paribas serve in primo luogo alla banca francese per scorporare le attività estere della Bnl. La nuova Bnl, ricostituita, avrà solo l’attività retail in Italia. Il quantitativo di azioni coinvolte sarebbe comunque limitato.