Disabile incinta fugge ma viene ritrovata

Era terrorizzata per il parto imminente e non voleva essere ricoverata in una struttura protetta. Per questo G.B., quindicenne genovese all’ottavo mese di gravidanza e psichicamente labile, è fuggita da casa facendo perdere le proprie tracce, ma è stata rintracciata dalla sezione minori della Questura di Genova e accompagnata presso la struttura d’accoglienza designata.
La giovane, che viveva a Genova insieme ai genitori, era fuggita insieme al fidanzatino e futuro padre del nascituro, un giovane di 18 anni di origine sudamericana, che una volta venuto a conoscenza della gravidanza ha deciso di assumersi le proprie responsabilità di padre. I due si trovavano in Valbisagno e sono stati ritrovati nel pomeriggio di giovedì scorso mentre passeggiavano per strada. Due giorni prima il tribunale dei minori, che in precedenza aveva disposto il ricovero in una struttura protetta a salvaguardia di madre e figlio, aveva attivato la sezione minori che ha concentrato le sue ricerche sul fidanzatino per poi arrivare alla ragazza.