«Disagi dovuti ai lavori per il park, a settembre vertice sulla viabilità»

«Certo se ciascuno di quelli che entrano in automobile all’aeroporto pretende di parcheggiare proprio di fronte al terminal, la congestione della viabilità è facilmente spiegabile». La Sea, società che gestisce gli scali di Malpensa e Linate, rimanda al mittente le accuse sulle responsabilità per le difficoltà legate alla viabilità nell’area dell’aeroporto di Linate. «Basti pensare - dichiarala società - che ogni giorno, tra i parcheggi “P1” e “P2”, almeno 700 posti auto rimangono vuoti; a questi si aggiungano i 1550 posti disponibili nei parcheggi remoti. Questo significa che il numero di posti auto è senza dubbio sufficiente alle necessità. Senza considerare che i disagi di questi giorni sono dovuti ai lavori di ampliamento del parcheggio “P3”, lavori che Sea ha iniziato proprio per fornire a breve alla sua clientela un servizio di parcheggio adeguato a un aeroporto delle dimensioni di Linate». Dati alla mano, in effetti, il parcheggio sotterraneo multipiano che la Sea sta approntando sarà uno delle aree di sosta più vaste di tutto il milanese: 2.600 posti auto. «Comunque - ha concluso la società - stiamo approntando un incontro, per i primi di settembre, che vedrà seduti al tavolo rappresentanti dell’Atm, della Sea e dell’Enac, per studiare soluzioni al problema».