Disboscare la foresta degli enti inutili: ancora 110 in vita

H anno sigle astruse e sono come la gramigna: difficilissimi da estirpare. La lotta agli enti inutili sembra essere una battaglia persa. Ogni governo ci prova, a tagliarne qualcuno ma l’impresa è quasi titanica. Non è sufficiente un colpo di spugna e così gli enti inutili sopravvivono come fossero parassiti. È necessario accelerarne la liquidazione, un’attività che procede ancora con «estrema lentezza», lamentano i magistrati contabili. I quali non si prendono la briga di nominarli tutti: sarebbe impossibile: «Al 31 dicembre 2006 ne restavano in vita 110, tra cui molti di rilievo quali l’Inam, l’Enaoli, l’Onmi, la Gescal, l’Enalc, eccetera... Tutti enti le cui procedure di liquidazioni iniziarono addirittura negli anni Settanta».