«Discarica a rischio chiusura»

«Un tavolo istituzionale per affrontare subito la questione della discarica di Colleferro nell’ambito del Piano regionale dei rifiuti». È quanto chiede il sindaco di Colleferro Mario Cacciotti al governatore Marrazzo. «E lo chiede con urgenza - si legge nel comunicato - per la necessità di arrivare a una soluzione che permetta di prevenire eventuali problemi futuri». Il Comune, pur avendo mostrato alla Regione, in precedenza, la disponibilità all’attuazione del Piano regionale dei rifiuti, ha sempre posto come condizione alcune fondamentali esigenze, ribadite dal Consiglio comunale del 3 luglio scorso. Ovvero la volontà di procedere alla chiusura della discarica e del suo temporaneo utilizzo solo se funzionale alla chiusura del ciclo dei rifiuti, mediante la realizzazione, al contempo, delle necessarie strutture industriali, quali un impianto di separazione e la conseguente produzione di CDR, unitamente all’avvio della raccolta differenziata sul territorio, in modo tale da rendere la suddetta discarica non più una discarica tal quale, ma una discarica di sovvalli, che vada incontro a un esaurimento certo; la disponibilità ad aprire un tavolo istituzionale con la Regione e la Provincia, tendente a individuare delle soluzioni che non siano in contrasto con la programmazione comunale, di cui quell’area è da tempo interessata, rigettando ogni soluzione estemporanea o peggio ancora tampone. Ma fino ad ora nessuna comunicazione è arrivata dalla Regione».