In discesa StM con Saipem

Ennesima chiusura in calo, la quarta di fila, per Piazza Affari, con il Ftse Mib (-1,54%) sopra ai minimi di giornata, tra scambi brillanti per oltre 3,6 miliardi . Agli antipodi del listino Unicredit (+1,77%) che ha presentato utili raddoppiati mentre Intesa Sanpaolo ha perso il -2,76% con gli analisti che prevedono un calo dell’utile sotto quota 1 miliaro. Giù anche Generali (-0,16%), il cui utile, secondo gli analisti, è destinato a scendere a 0,97 miliardi. Fiat (-1,73%) ha sofferto per l’ipotesi ventilata dallo stesso ad Marchionne su un possibile addio a fine 2015. Sotto pressione Saipem (-5,04%), Ansaldo (-4,18%), Stm (-5,19%) ed Eni (-3,6%). Effetto semestre su A2a (+0,47%), nonostante il calo dell’utile, mentre Mps (+1,97%) è stata spinta dalla conferma della raccomandazione «outperform» da parte di alcuni analisti . Cauta Telecom (+0,24%). Male le Europee: Londra -2,34%, Parigi -1,93% e Francoforte -2,30%. Sotto pressione i colossi dell’auto Volkswagen (-4,64%) e Daimler (-4,4%) per effetto del rallentamento del mercato Usa dove le società sono esposte.