Disgelo Obama vola a Mosca prima del G8

«Totale sintonia» tra Berlusconi e Medvedev. Perché, spiega il Cavaliere, «su tutti i temi ho trovato un approccio pragmatico». Compresa la delicata questione dei rapporti tra Mosca e Washington, che nell'ultima fase dell'amministrazione Bush si sono fatti piuttosto tesi. E che Berlusconi caldeggi da tempo un riavvicinamento non è certo una novità. Non solo per i suoi buoni rapporti con la Russia, ma anche nell'ottica di quell'avvicinamento tra Ue e Paesi dell'Est che va ormai sostenendo da tempo (anche per questo l'incontro di due settimane fa con il discusso leader bielorusso Lukashenko). Così, sia Berlusconi che Medvedev evocano «lo spirito di Pratica di Mare». «Sono sicuro - dice il primo - che ci siano tutte le premesse per risolvere i problemi in una nuova prospettiva di collaborazione e amicizia tra Mosca e l'Alleanza Atlantica». «Con Obama qualcosa è cambiato perché non detta ricette», gli fa eco il secondo che non perde però occasione di sottolineare come «le esercitazioni Nato in Georgia ostacolino questo processo». L'appuntamento è per il 6 luglio, quando alla vigilia del G8 Obama sarà per la prima volta a Mosca per un faccia a faccia con Medvedev.