Disney: quattro risate con il dr. Jekyll dei cani

La Disney è affezionata ai suoi personaggi e li ripropone ad ogni cambio generazionale. Ora tocca a Shaggy Dog, che vanta due predecessori: Geremia, cane e spia con l’impagabile Fred McMurray e Quello strano cane di papà, entrambi con lo stesso titolo originale, usato stavolta dai ditributori italiani. Lo spunto funziona ancora ed un comico come Tim Allen risulta persino simpatico. In un laboratorio che sperimenta abusivamente mutamenti genetici, a Dave Douglas (Allen), sostituto procuratore, viene inoculato un siero che lo trasformerà nel dottor Jekyll dei cani, vale a dire che si trasformerà in un simpatico collie barbuto. L’uomo-cane lotterà strenuamente contro il progetto criminale del perfido Dr. Kozak (Robert Downey jr.), dando luogo a numerose gag comiche condite da una accettabile dose di moralismo. Un onesto intrattenimento buono per genitori e figli, che dimostra come si possa confezionare un piccolo film con ottimi risultati commerciali. Nessuna volgarità, nessuna violenza: per qualcuno potrebbe trattarsi di un difetto.

SHAGGY DOG - PAPA’ CHE ABBAIA... NON MORDE (Usa, 2006) di Brian Robbins, con Tim Allen, Robert Downey Jr. - 100 minuti