Disoccupata, si intesta 144 automobili che affitta a clandestini senza patente

Affittava automobili a clandestini privi di patente e documenti e in pochi anni era riuscita ad intestarsi ben 144 veicoli e a guadagnare oltre 30mila euro. Quando i carabinieri l’hanno scoperta, A.N., una donna di 42 anni residente a Milano con precedenti penali per reati dello stesso tipo, è scattata la denuncia ed ora è indagata a piede libero. Lo stratagemma che aveva escogitato per guadagnare senza fatica avrebbe funzionato all’infinito, se i militari non avessero indagato sulla provenienza di un’auto fermata nel Bergamasco alcuni mesi fa, su cui viaggiavano due extracomunitari irregolari. La proprietaria della vettura è risultata essere la signora milanese che in pochi anni era riuscita a farsi intestare un numero impensabile di macchine che poi dava in uso a immigrati privi di documenti e di patente in cambio di denaro. Per ogni veicolo, la donna chiedeva un compenso tra i 200 e i 300 euro: nel giro di alcuni anni aveva guadagnato circa 30mila euro. Molte di quelle vetture, in gran parte di seconda mano, la signora non le aveva mai neppure viste. I veicoli venivano acquistati dagli stranieri e lei si limitava a sbrigare le pratiche per l’intestazione. In alcuni casi, alla donna era intestato anche il contratto di assicurazione, molto più spesso invece il titolare della polizza era un’altra persona. Venerdì scorso la denuncia, al termine di un’indagine iniziata a fine agosto, quando i militari fermarono i due clandestini su un’utilitaria dopo che avevano forzato un posto di blocco a Brembate.