Disoccupati, braccianti e... Fantozzi Sul grande schermo si parla di lavoro

In occasione del terzo simposio europeo dei docenti universitari dal titolo «Ora et labora. Il lavoro in Europa» organizzato dal Vicariato di Roma insieme con l’Ente dello spettacolo, la Cineteca nazionale ospita al cinema Trevi una piccola rassegna intitolata «L’Italia al lavoro». I film proposti raccontano un Paese disposto alla fatica , ma dove è anche facile trovare scappatoie e abusare di una posizione o un ruolo. E in questo il cinema riflette le contraddizione della società, cosi alle difficoltà occupazionali descritte da Vincenzo Marra in Vento di terra (30 giugno ore 21), fanno eco le vicende dell’operaio interpretato da Volonté nel film di Elio Petri La classe operaia va in paradiso (sabato 2 luglio ore 21); e all’arrogante intolleranza denunciata dal film Pummarò di Michele Placido (sempre sabato alle 19) corrisponde la servile sottomissione dell’impiegato cui Villaggio presta il volto in Il secondo tragico Fantozzi di Luciano Salce (domenica 3 luglio ore 17).
Tra le altre pellicole segnaliamo Il posto di Olmi (venerdì primo luglio ore 19), I magliari di Francesco Rosi (sempre venerdì alle 17) e La scuola di Daniele Luchetti (sabato 2 luglio ore 17).