Disoccupazione in calo Per l’Istat è al 5,6%, 4 punti meno del 2004

Il tasso di disoccupazione registrato nel secondo trimestre del 2007 nel Lazio è il più basso degli ultimi anni, pari al 5,6 per cento. Il numero di lavoratori occupati, nello stesso periodo, è pari a 2 milioni e 279mila. Cifra, anche questa, mai toccata nella Regione dal 2004. A dirlo sono i dati dell’Istat sulla forza lavoro nelle regioni italiane, elaborati in riferimento al periodo 2 aprile-1° luglio dell’anno in corso. Dopo i primi tre mesi del 2004, quando toccava il picco del 9,5 per cento, il tasso di disoccupazione regionale ha avuto diverse oscillazioni, fino ad attestarsi sul «minimo» registrato a luglio scorso. Mai, negli ultimi anni, era sceso al di sotto del 6 per cento: il «record» precedente era quello del primo trimestre 2007, quando gli occupati censiti erano 2 milioni 177mila e la disoccupazione era al 6,1 per cento.
Scorrendo i dati Istat si scopre che è soprattutto la disoccupazione «in rosa» a calare. Resta infatti stabile il tasso di disoccupazione maschile, mentre quello femminile scende di oltre un punto percentuale da un trimestre all’altro del 2007, passando dal 7,9 per cento al 6,7 per cento di inizio luglio: a quella data le donne lavoratrici nel Lazio erano 941mila. Degli oltre 2 milioni di occupati, la maggioranza (1 milione e 703mila) svolge un lavoro dipendente. Sono «indipendenti», invece, 576mila unità di forza lavoro. Il settore di attività economica con maggior numero di occupati nel Lazio è quello dei servizi, con 1 milione 782mila unità, seguito dall’industria (439mila). Nell’agricoltura registrati, infine, 58mila addetti.