Disordini al «Cuore nero»: tre indagati

Tre persone sono indagate a vario titolo per violenza, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale in relazione agli scontri avvenuti sabato per la riapertura del circolo di estrema destra Cuore Nero. I tre sono stati denunciati dalla Digos, che ha analizzato il filmati e scritto un’informativa consegnata ieri al procuratore aggiunto Armando Spataro. Solo uno degli indagati sarebbe un esponente di un centro sociale, un quarantenne con recedenti penali che avrebbe sferrato un pugno a un agente. Gli altri due, incensurati, avrebbero lanciato una bottiglia e una transenna contro le forze dell’ordine. La Digos non esclude che, dopo un esame più approfondito dei filmati, possano essere identificate altre persone che hanno partecipato agli scontri.