Dissequestro per i 750 milioni

Impregilo

Il Tribunale del riesame di Napoli ha disposto l’annullamento del sequestro preventivo disposto nei confronti di Impregilo nell’ambito dell’inchiesta sui rifiuti in Campania e l’immediata restituzione dei beni effettivamente sequestrati. Lo ha reso noto la stessa società di grandi opere, il cui titolo in Borsa ha immediatamente reagito ed è stato sospeso per eccesso di rialzo. Il prezzo di chiusura è stato di 3,74 euro, con un incremento del 13,52%. Impregilo, a novembre, aveva presentato ricorso in Cassazione contro il provvedimento con cui erano stati bloccati al gruppo crediti e anticipi per 750 milioni. La Corte, il 3 luglio, aveva rinviato il caso al Tribunale del riesame, esprimendo rilievi sulla determinazione del valore del sequestro.