Disservizi negli aeroporti, Bruxelles: "Intollerabile" Presto misure più severe

Tajani: "I disservizi sono intollerabili
ed è tempo di adottare misure efficaci". Il ministro Matteoli al lavoro per verificare le responsabilità: "Prenderemo misure efficaci, anche di carattere
normativo"

Roma - Sui ritardi nella riconsegna dei bagagli scendono in campo il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli e il commissario Ue ai Trasporti Antonio Tajani, che avvertono: i disservizi sono intollerabili ed è tempo di adottare misure efficaci.

Lotta ai disservizi in aeroporto Matteoli ha annunciato che nei prossimi giorni convocherà "tutti i soggetti istituzionali interessati alla vicenda" dell’aeroporto di Roma Fiumicino per "verificare cause ed eventuali responsabilità". Nel contempo, ha annunciato, "dovranno essere prese misure efficaci, anche di carattere normativo, da assumere di comune accordo con il Commissario Ue ai Trasporti, Antonio Tajani, affinchè si ponga fine a questo intollerabile andazzo che penalizza i viaggiatori". Indignato Tajani, che è anche vice presidente della Commissione Ue, il quale ha ricordato che, secondo una indagine europea presentata a fine luglio, "10mila bagagli vengono persi ogni giorno in Europa, e nel mondo un milione di bagagli sparisce nel nulla ogni anno".

L'impegno di Bruxelles Il commissario Ue ha assicurato l’impegno della Commissione Ue a mettersi "dalla parte del cittadino" e a fare "il massimo per dare risposte". Si è poi chiesto "se una multa da duemila euro può essere dissuasiva" e ha affermato che sarà avviata la "procedura per rivedere il regolamento europeo". Secondo Tajani, è necessario che "ci sia una Autorità responsabile in ogni Paese" e in Italia questo ruolo "può anche essere svolto dall’Enac" (Ente nazionale aviazione civile), il cui presidente, Vito Riggio, da anni chiede un rafforzamento dei poteri dell’ente. A sollecitare "più poteri di vigilanza e sanzionatori per l’Enac, un’Authority di controllo per il settore dei trasporti e un tavolo permanente con le associazioni dei consumatori e le associazioni nazionali di categoria" è stata oggi l’associazione dei consumatori Adiconsum. Richieste avanzate da tempo al governo e oggi rilanciate al ministro Matteoli. Adiconsum ha anche rilevato alcuni problemi delle quattro società che si occupano dei bagagli a Fiumicino: "Carenza di organico, contratti di lavoro precario, turni non coperti". Per il Sindacato dei Lavoratori (Sdl), "i disservizi e lo stato di degrado nell’aeroporto di Fiumicino derivano dalla concorrenza spietata e senza regole tra le compagnie aree e dalla privatizzazione della società di gestione Aeroporti di Roma".