«Prima distruggere. Dopo la vittoria si provvederà»

Giulio Douhet (30 maggio 1869 - 15 febbraio 1930) generale teorico della guerra aerea, nel 1921 pubblicò il trattato Il dominio dell’aria che ebbe una grande influenza sui contemporanei. Ecco un suo intervento comparso sulla Gazzetta del Popolo il 2 settembre 1914.

«Se per vincere è necessario distruggere, uccidere, devastare, spandere la rovina e il terrore, tutto si faccia, purché si vinca; domani, dopo la vittoria, ci sarà il tempo di provvedere. (...) Incendiare villaggi, distruggere capolavori d’arte, spandere il terrore di sé, può dissuadere gli insorti a volgersi contro di noi, è utile al fine supremo: vincere. (...) In tempo di pace si possono elucubrare canoni e leggi sul diritto delle genti, che possono illudere momentaneamente sull’influenza della civiltà sulla guerra; allo scoppiare della guerra tutto viene stracciato e disperso; di sua natura l’impiego della forza bruta non ammette limiti, restrizioni, cerimonie, etichette».