Divelta e spaccata la lapide che ricorda 30 partigiani uccisi

Vandali ancora in azione in piazza Miani, dove l’altra notte è stata spaccata la lapide che ricorda 30 partigiani uccisi durante la guerra di liberazione e cinque poliziotti massacrati dal terrorismo. Dopo il primo danneggiamento del 23 giugno 2007, nella notte tra domenica e lunedì 13 gennaio 2008 ignoti hanno divelto e rotto in modo irreparabile la lapide. Per protestare contro il vandalismo, l’Associazione partigiani d’Italia ha organizzato per sabato alle 15 un presidio davanti alla lapide distrutta.