Diventa beato Von Galen, il cardinale antinazista

Nel 1996, per volontà soprattutto del Prof. Piero Vassallo, la Sezione Ligure del Sindacato Libero Scrittori Italiani veniva intitolata a Clemens August Conte von Galen, che domani sarà iscritto nell’albo dei Beati della Chiesa Cattolica.
Ma chi è von Galen? Qual è il suo insegnamento? Nel febbraio del 1946, l’eroico Vescovo di Munster, Clemens August Conte von Galen, campione della Fede cattolica contro il mostro neopagano, riceveva il premio terreno con l’elevazione alla porpora cardinalizia, degno, e a Lui quanto mai appropriato, simbolo della disposizione al martirio, radice essenziale di ogni fortezza cristiana. Poco più di un mese dopo, il 22 marzo, il mobilissimo Presule veniva chiamato al Premio, incommensurabilmente più alto, nella gloria che Dio concede a chi, con la Sua Grazia, non fugge di fronte alla buona battaglia.
La figura del Cardinale von Galen è ammantata, pertanto, dello splendore umano e di quello divino, e getta una fulgida luce sulle miserie del Suo e del nostro tempo. Miserabili erano i neopagani del Suo tempo, che si credevano forti perché facevano sfoggio di violenza, fisica e morale, nei confronti dei deboli e degli indifesi. Contro costoro si levò la voce del Buon Pastore attraverso le 3 Grandi Prediche dell’estate del 1941.
Governatore Distretto 70 di Serra International
Preside della Sezione Ligure dell’O.E.S.S.G.