Diventa primo cittadino a 18 anni: «Mi divido tra maturità e municipio»

«Mi sono candidato per poter continuare l’operato di mio padre». Salvatore Paradiso ha le idee chiare, a diciotto anni si ritrova sindaco di Bonea, 1500 anime nel beneventano, dopo i due mandati consecutivi di papà Gennaro. «La legge non gli consentiva di ripresentarsi per un terzo mandato e così sono sceso in politica, per il bene del mio paese», racconta. I festeggiamenti sono andati avanti anche a scuola dove è stato acclamato da compagni e professori. «Lo studio resta la mia strada, ho la maturità scientifica a giugno, poi vedremo. Entrerò in municipio prima della fine dell’anno scolastico per continuare nell’amministrazione Paradiso a Bonea».