Per diventare cittadine canadesi sarà necessario giurare senza il burqa

Una scelta netta del ministro per l'immigrazione Jason Kenney, che ha appoggiato le richieste dei giudici che svolgono le cerimonie di cittadinanza

Una scelta di rigore che probabilmente causerà una scia di polemiche: il governo canadese ha imposto la rimozione di veli che coprono il viso, come niqab e burqa islamici, durante il giuramento per la cittadinanza. Lo ha detto il ministro per l'Immigrazione, Jason Kenney, spiegando di aver ricevuto diverse lamentele da parlamentari e giudici secondo cui sarebbe difficile garantire l'identità dei nuovi cittadini canadesi che partecipano alla cerimonia di giuramento con il viso coperto. Secondo Kenney la scelta è dovuta anche a una questione di valori, perché i nuovi canadesi dovrebbero prestare giuramento alla vista dei connazionali. Si attendono le proteste delle associazioni islamiche del Paese, molte delle quali si sono già dette contrarie al provvedimento.