Diventare sommelier? Con l’Ais è meglio

Avrà inizio lunedì 7 novembre il 35° corso di qualificazione professionale per sommelier organizzato dall’Ais, l’associazione italiana sommelier nella sua nuova sede romana all’hotel Parco dei Principi. Il programma è suddiviso in tre parti semestrali, al termine delle quali si acquisisce la qualifica di Sommelier. Soltanto questo corso, in tutta Italia, ha anche il riconoscimento giuridico della Regione. L’obiettivo del programma di studio è quello di far conoscere «la tecnica della degustazione» e quindi «l’analisi sensoriale» del vino attraverso un sistema esclusivo ed estremamente funzionale. Nella terza parte del corso verrà trattata la metodologia dell'abbinamento cibo-vino.
Il corso, diretto da Franco M. Ricci, consiste in 54 lezioni ciascuna con degustazioni guidate di vini e di cibi in relazione ai temi trattati. È prevista una lezione alla settimana con un turno pomeridiano dalle 16 alle 18,30 e uno serale dalle 20 alle 22,30. Una lezione si svolge presso un’azienda vitivinicola. Il corso, del costo di 2300 euro che danno diritto anche al ricco materiale didattico, terminerà nel marzo 2007 con la festa dei diplomi.