«Divento la maestra delle risate in tv»

Stasera dopo sei anni in Rai la showgirl ritorna su Italia Uno con Comedy Club. «Sei noti comici insegneranno ai vip le tecniche dell’umorismo». A settembre condurrà Beauty and the geek

Laura Rio

da Milano

Con il ritorno a casa si è guadagnata quattro prime serate. E non come spalla, ma come prima donna. E, in più, nella nuova stagione autunnale, un reality tutto nuovo e tutto suo. Federica Panicucci, dopo sei anni di Rai, da questa sera riappare su Mediaset, la Tv dove ha mosso i primi passi a fine anni Ottanta con il Gioco delle coppie e il Festivalbar.
Cambio di casacca, ma non di genere. È infatti la presentatrice di Comedy Club (produzione Triangle), show di Italia Uno dedicato alle risate in cui sei comici famosi (da Jerry Calà a Zuzzurro e Gaspare) faranno i coach di altrettanti Vip. La Panicucci si è abituata a «tenere a bada» i comici a Bulldozer, programma cancellato dall’ex direttore di rete Massimo Ferrario, accanto a Vergassola e Bertolino su Raidue. Lasciatasi alle spalle la Tv di Stato e la rete più in affanno del momento, Federica vive un grande periodo: torna in televisione dopo la nascita della figlia Sofia (che ora ha otto mesi), a giugno si sposa con il dj Mario Fargetta e a settembre l’attende la conduzione del reality Beauty and the geek, format americano con protagonisti ragazze bellissime e uomini cervelloni: le prime dovrebbero insegnare ai secondi un po’ di spensieratezza, i secondi un po’ di cultura alle prime.
Allora Federica, era stanca della Rai?
«No, il mio contratto era in scadenza. Si è fatta avanti Mediaset che me ne ha proposto uno di tre anni. Per me è come tornare in famiglia. E poi mi hanno offerto programmi importanti: mi sembra un passaggio più che giustificato».
Di lei si dice che rientri nel «pacchetto Bonolis». Quando l’anno scorso ci fu la trattativa per il passaggio del conduttore da Rai a Mediaset, si conclusero gli accordi anche per lei...
«Penso che ogni conduttore viva di luce propria, non sia un riflesso di qualcun altro. Dovevo tornare a Mediaset già due anni fa per Bisturi, poi non se ne è fatto nulla. E comunque è normale che alcuni movimenti di mercato ne provochino altri».
Comunque ora debutta da conduttrice unica in prima serata. Con un compito difficile: tirar fuori la comicità da persone abituate a fare tutt’altro nella vita...
«Sì, è un grosso rischio. E andiamo pure in diretta, ma per questo potrà risultare una trasmissione molto divertente».
Lo show in sostanza è un Notti sul ghiaccio della risata, una scuola di comicità...
«Non si può rapportare a Notti sul ghiaccio perché non è un reality. I Vip non verranno spiati nelle loro prove con una striscia quotidiana, ci sarà solo la serata in cui mostreranno cosa hanno imparato dai “professori”, anche se in effetti verranno mostrati filmati sul rapporto tra allievi e maestri. E non vogliamo neppure un effetto Corrida».
A settembre, invece, si cimenterà con Beauty and the geek, un altro programma dalla solita formula abusata delle ragazze belle e oche...
«Ma quello è il format originario, che tra l’altro in America va benissimo. Da noi ci potrebbero essere dei cambiamenti. Magari i ruoli si invertiranno».
Ora che Alessia Marcuzzi è migrata a Canale 5, lei sarà il nuovo volto sorridente e frizzante di Italia Uno?
«C’è spazio per tutti. Io adoro i reality, tutti quanti. Devo dire che sono contenta di condurne uno nuovo, così non ci sono confronti con le precedenti conduzioni».